“La rivoluzione tecnologica in atto non poteva non interessare la scuola. La scuola e la didattica sono oggi oggetto di profondi cambiamenti legati alla rivoluzione digitale ma anche all’affermarsi di nuove metodologie didattiche e di nuove forme di apprendimento. Cambia il contesto dell’insegnamento in aula, da frontale e nozionistico a interattivo e sociale. Nascono nuove didattiche che favoriscono la ricerca e la scoperta, la sperimentazione e la creatività, il coinvolgimento e la motivazione degli studenti, con un nuovo ruolo, tutto da inventare, degli insegnanti.” (Carlo Mazzucchelli)

SportdigitaleKIDS: l’idea

Prendendo spunto da questo bellissimo paragrafo presentiamo la nostra visione formativa. E’ indubbio che l’evoluzione delle conoscenze tecnologiche abbia interessato anche la scuola e la formazione, operando su di essa un lento ma sostanziale cambiamento.

Con Sportdigitale Kids, il progetto Under del Team di Sportdigitale, abbiamo pensato di fornire ai ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori le nozioni per poter iniziare ad utilizzare gli strumenti di microblogging facendo a meno delle piattaforme social e quindi senza concedere, almeno ai più giovani, l’accesso alla parte più “esposta” del web.

Un percorso che li renda partecipi degli strumenti e che insegni loro che il tablet e lo smartphone non sono fatti solo per uso ludico ma che possono essere utilizzati come strumenti di espressione culturale. La parte innovativa della proposta formativa consiste nel far leva sulle passioni sportive. Dal calcio alla danza, dalla scherma alla bicicletta: ogni allievo potrà raccontare la sua storia sportiva.

 

Quali materie sono previste per Sportdigitale Kids?

Il percorso formativo che unisce la cultura allo sport, declinato nel digitale, si articolerà su incontri/lezioni di teoria e pratica, che verteranno su diversi focus:

  • Perché scrivere per il web è differente
  • La tecnica formale nel linguaggio sportivo
  • Realizzare interviste a bordo campo
  • L’espressività strutturale di un testo
  • Gli strumenti per il microblogging anonimo
  • L’uso di Telegram per il gruppo classe e per la propria squadra
  • Piccolo percorso di coding
  • Tool per la grafica e video editing
  • Le App utili per raccontare lo sport

Naturalmente per i ragazzi che fanno parte di quel target a cui è concesso l’uso dei Social Media, verrà strutturato un percorso attorno a temi che li mettano in grado di comprendere dinamiche, legislazione, rischi ed opportunità delle piattaforme quali Facebook, Instagram, Twitter, Youtube e Telegram.

 

Chi saranno i docenti?

Alessandra Ortenzi – Teorie e Tecniche di scrittura giornalistica e blogging

Francisca Gutierrez – Storytelling e Twletteratura  (anche in lingua spagnola)

Federica De Stefani – Media Law (autore Hoepli “Le Regole della Rete”)

Monia Taglienti – Facebook (autore Hoepli “Facebook pro”)

Flavius Florin Harabor – Telegram (Insidevcode.eu e Insidetelegram.eu)

Bernardo Mannelli – Tool & App per il giornalismo (toolperstartup.com)

Maria Grazia Rosati e Corinna Caccianiga – Twitter (TwitterLab.it)

Roberto Gerosa – Foto e video a 360° (Socialdaily.it)

 

Tutti gli argomenti fanno capo al manuale edito da HOEPLI “Digital Marketing per lo Sport” di Alessandra Ortenzi